Lapislazzuli: proprietà, benefici e utilizzi

Come pulire i lapislazzuli

I lapislazzuli sono tra le più famose pietre preziose, tanto che i suoi primi utilizzi risalgono all’età antica. Il nome di questa pietra deriva dal persiano “lapis lazulo” che significa “pietra azzurra”.

Il lapislazzuli è costituito da percentuali diverse di: minerali di lazurite, pirite e calcite. Ognuno di essi ha una differente influenza sulla colorazione del cristallo:

  • lazurite: è il minerale di cui il lapislazzuli è più ricco, infatti è proprio questo a conferire la colorazione blu;
  • pirite: la sua presenza crea l’effetto di piccole macchioline dorate;
  • calcite: causa la presenza di strisce bianche presenti all’interno del cristallo.

Proprietà dei lapislazzuli nella cristalloterapia

I lapislazzuli trovano vasta applicazione in cristalloterapia in considerazione dell’ampia conoscenza che si ha di questa pietra.

Lapislazzuli proprietà
Pietre lapislazzuli (Foto©Pixabay)

Benefici sul corpo

Il lapislazzuli è principalmente utilizzato per il quinto chakra (Chakra della Gola). Lavora molto bene per i problemi alle corde vocali e in particolare aiuta chi la indossa a dare sfogo alla rabbia mediante le parole.

Spesso si utilizza questa pietra per rafforzare alcune terapie finalizzate a lenire infiammazioni alla gola.

Altra particolarità di questa pietra è che riesce a mantenere la pressione bassa e regolare gli ormoni del copro, come quelli tipici che si manifestano con le mestruazioni, menopausa e gravidanza.

Più che per l’uomo questa pietra lavora bene per le donne, sia per gli effetti già prima citati, sia perché dona una forte carica sessuale.

Benefici sulla mente

Volendo considerare i benefici mentali che si traggono dall’utilizzo di questa pietra, va sottolineato che chi lo utilizza tende ad essere più onesto e ligio e ad adottareuna condotta morale irreprensibile.

Il lapislazzuli dona lucidità mentale e permette di migliorare le capacità di dialogo.

Spesso si utilizza questa pietra per condurre una meditazione intensa con particolari miglioramenti nell’alleviare la rabbia e lo scorrere dei pensieri negativi.Trova anche utilizzo per migliorare la creatività.

Benefici sul chakra

Indossato come collana, il lapislazzuli permette di aprire il chakra della gola e di conseguenza avere benefici sulle comunicazioni verbali e per guarire il mal di gola.

Lapislazzuli pietra
Lapislazzuli cristalloterapia (Foto©Pixabay)

Benefici sulle emozioni

Per quanto riguarda la sfera dell’emotività, il lapislazzuli viene utilizzato per essere più consapevoli di se stessi. Ha particolare efficacia nell’aiutare ad accettarsi per quello che si è. Uno degli effetti principali lo si può individuare nell’interiorizzazione della rabbia, cioè l’accettazione della presenza della rabbia repressa.

Questa pietra aiuta a fare emergere il proprio lato amichevole, la compassione e l’onestà.

Utilizzi

Il lapislazzuli può essere utilizzato in diversi modi, in particolare come metodo contro l’insonnia, per stimolare la creatività, aprire il terzo occhio, migliorare la salute della gola e, in generale, come metodo di protezione. Ecco un elenco completo dei suoi utilizzi:

  • per combattere l’insonnia con il lapislazzuli, basta posizionare la pietra nella federa del cuscino;
  • per migliorare la creatività bisogna posizionare il cristallo sul bancone di lavoro;
  • per aprire il terzo chakra, la pietra va posizionata tra le sopracciglia durante la meditazione;
  • per problemi di infiammazione della gola, bisogna tenere la pietra come un ciondolo; l’importante è toglierla durante la notte.
  • come sistema di protezione è sufficiente tenerla al collo.

Come ricaricare lapislazzuli

Per ricaricare questa pietra esistono dei metodi adatti e altri sconsigliati.

Metodi adatti:

  • luce lunare;
  • drusa;
  • piramide;
  • punte di quarzo ialino.

Metodi da evitare:

  • terra;
  • luce solare
cristalloterapia lapislazzuli
Pietra lapis (Foto©Pixabay)

Come purificare i lapislazzuli

Tra i metodi adatti per purificare i lapislazzuli ci sono:

  • argilla;
  • drusa;
  • reiki;
  • suono;
  • respiro;
  • pensiero;
  • pendolo;
  • luce lunare piramide;
  • simbolo Antahkarana;
  • circuito disimpregnatore.

Metodi da evitare:

  • sale;
  • acqua;
  • terra;
  • fiori di Bach;
  • incenso;
  • luce solare.

Mineralogia

Il lapislazzuli prende forma mediante un processo litogenetico terziario, che porta la metamorfosi del calcio in marmo.

Il colore tipico di questo cristallo è il blu che viene conferito dalla presenza di zolfo.

Lapislazzuli e segno zodiacale

Il segno zodiacale associato a tale pietra è l’acquario. Questo minerale aiuta i nativi acquari ad individuare con chiarezza i propri obiettivi e portare a termine i propri progetti.

A chi è adatto il cristallo lapislazzuli

Questa pietra è particolarmente consigliata per coloro che affaticano molto la mente per lavoro.

Lapislazzuli pietra
Pietra lapislazzuli (Foto©Pixabay)

Lapislazzuli: come capire se è falso

Un originale lapislazzuli ha un colore blu intenso, ma ecco alcuni accorgimenti utili a capire come distinguere questa pietra da un falso:

  • utilizzando un filtro Chelsea;
  • un lapislazzuli reale è di circa 5,5 sulla scala di durezza della pietra preziosa Mohs;
  • lascia un segno bluastro su di una superficie ruvida;
  • se tagliata esala un cattivo odore (causa della presenza dello zolfo);
  • al tatto è freddo;
  • il falso in vetro è freddo come l’originale, ma non presenta granelli d’oro.

Combinazioni

In cristalloterapia è particolarmente sconsigliato combinare questa pietra con il turchese, poiché causa degli effetti opposti.

Volendo utilizzare il lapislazzuli in combinazione con altre pietre, si può scegliere tra le seguenti:

  • calcedonio blu;
  • danburite;
  • acquamarina;
  • moldavite;
  • sugilite;
  • ciaroite;
  • larimar;
  • labradorite dorata;

Leggenda

Le leggende che parlano di questa pietra sono tante, basti considerare che i suoi primi ritrovamenti risalgono all’antichità.

Gli Egizi utilizzavano questa pietra per accompagnare i defunti nella tomba mediante la creazione di gioielli. I Sumeri invece ritenevano che questa pietra fosse sacra alla loro Dea Inanna (Iside nella tradizione greca) e che il lapislazzuli contenesse l’essenza stessa delle divinità.

Curiosità

Anche i buddhisti considerano questa pietra sacra, in quanto viene vista come la rappresentazione fisica della coscienza di sé. Tale pietra rappresenta uno dei sette tesori, il vaiḍūrya. Va specificato che però tale tesoro non fa riferimento specifico ai lapislazzuli, ma viene considerato come la “pietra portante”.

Lapislazzulo
Pietre lapislazzuli (Foto©Pixabay)

Prezzo

Di lapislazzuli ne possiamo trovare di diverse qualità. La qualità superiore è di un blu scuro uniforme, causato dalla forte presenza di lazurite. Inoltre il lapislazzuli di qualità superiore presenta una leggera tendenza al viola, con una manifestazione di macchioline di pirite distribuite regolarmente sulla superficie del cristallo.

In media, il prezzo dei lapislazzuli è di 2,5 euro al carato. Il valore, come già anticipato, varia esclusivamente in base al colore.

34,09€
disponibile
2 new from 34,09€
as of 29 Febbraio 2024 5:17 pm
10,90€
disponibile
2 new from 8,90€
as of 29 Febbraio 2024 5:17 pm
44,00€
disponibile
7 new from 43,00€
as of 29 Febbraio 2024 5:17 pm
5,00€
disponibile
as of 29 Febbraio 2024 5:17 pm
16,89€
disponibile
2 new from 16,89€
as of 29 Febbraio 2024 5:17 pm
Ultimo aggiornamento il 29 Febbraio 2024 5:17 pm

Lascia un Commento

WordPress Lightbox